shutterstock_167033813_NewShadow_nr

Corindone sintetico: Zaffiro sintetico

791784SSA_CMYK

Dati

SPECIE/GRUPPO: Corindone sintetico

CLASSIFICAZIONE: Pietra sintetica

Nome

Il nome deriva dal greco “sappheiros”, che si ritiene fosse un riferimento a un’altra pietra di colore blu, il lapislazzuli.

Origine

Lo zaffiro sintetico ha le stesse proprietà e la stessa struttura chimica dello zaffiro naturale. In genere, occorre un forte ingrandimento per distinguerli. Nel 1902, il chimico francese Auguste Verneuil sviluppò un processo per la produzione di cristallo di zaffiro sintetico. Molte delle tecniche utilizzate oggi per la creazione di zaffiri sintetici sono variazioni del processo Czochralski, inventato nel 1916 dal chimico polacco Jan Czochralski.

ASPETTO

Il corindone si trova virtualmente in qualsiasi colore. La varietà blu è chiamata zaffiro sintetico, quella rossa è chiamata rubino e le altre varietà sono definite zaffiri con un prefisso che indica il colore. Per i suoi gioielli, Pandora si serve delle varianti blu e rosa dello zaffiro sintetico.

LAVORAZIONE

Soltanto taglio e lucidatura.

Cura

Evitare di maneggiare i gioielli energicamente. Quando non sono indossati, riporre i gioielli separatamente per evitare che si graffino. Pulire in acqua saponata tiepida spazzolando delicatamente. La pulizia a ultrasuoni va utilizzata con estrema cautela.

Durabilità

Con una durezza di 9, lo zaffiro sintetico è più duro di qualsiasi altra pietra ad eccezione del diamante. Questa caratteristica, unita a un’eccellente resistenza, lo rende estremamente durevole e ideale per tutti i tipi e i design di gioielli

MITOLOGIA E ASSOCIAZIONI

Gli zaffiri sintetici sono quasi indistinguibili dagli zaffiri naturali che sono sempre stati tra le pietre preferite dai sacerdoti, dai re e dalle regine, considerati simbolo di saggezza e purezza. Nell’antica Grecia e a Roma, si diceva che lo zaffiro blu proteggesse chi lo indossava dalle invidie e dal male. Secondo gli antichi Persiani la terra poggiava su uno zaffiro gigantesco, il cui riflesso rendeva blu il cielo. Gli zaffiri sono spesso associati ai valori della fede, della verità, della sincerità, della saggezza e della dedizione. Regalare uno zaffiro si dice sia una promessa di fiducia, onestà, purezza e lealtà.

Charlemagne_15269986_xxl_v2

Altre pietre sintetiche